Chanel Exhibition: just magic!

Magic, pure magic. This is how I would define the photographic exhibition “The Little Black Jacket”  inspired to the iconic jacket designed by Coco Chanel in 1954, when she decided to reinterpret the uniforms of an Austrian hotel staff.

It’s  the result of a project carried out by Karl Lagerfeld and the former editor of Vogue Paris, Carine Roitfeld.

 113 shots for one single jacket.

Not normal people but style icons, strong attitudes, those who know how to be impressive. All of them are beautiful, with their own story and their message to the world.

A single item which, through 113 different interpretations gets different forms and meanings: it doesn’t matter if it is a hat, a black swan, an eighteenth century stole or something else  in any photograph there’s something about magic, wonder, dream.

The same magic of one of most famous fashion women’s personality : independent, beautiful, elegant and desired, the one who has been able to revolutionise the concept of femininity and motivate thousands of other generations of women.

Below the picture I liked more  in order of rating. The first place goes to Anna Wintour, who to my mind, couldn’t have expressed herself any better.

Magia, pura magia.

E’ cosi’ che mi sento di definire la mostra fotografica “The little Black Jacket” ovvero il risultato di un progetto realizzato da Karl Lagerfeld e Carine Roitfeld (ex direttrice di Vogue Paris) che ha visto come protagonista  la celebre giacca ideata da Coco Chanel nel 1954, quando decise di  reinterpretare le divise dello staff di un hotel austriaco.

Una sola giacca, 113 scatti.

Non persone qualsiasi ma icone di stile, personalità importanti, di quelle che lasciano il segno.  Tutte splendide, ciascuna con la propria storia e il proprio messaggio verso il mondo.

Un unico capo  che, attraverso 113 diverse interpretazioni acquisisce forma e significato diversi: un copricapo, un cigno nero, una stola settecentesca o qualcos’altro non ha importanza, ciascuna fotografia è in grado di trasmettere magia, stupore, sogno.

Del resto è la stessa magia che caratterizzava la personalità di una delle più grandi donne che la storia della moda abbia mai conosciuto: indipendente, bella, elegante e desiderata, colei che ha saputo rivoluzionare il concetto di femminilità ed emozionare generazioni e generazioni di donne.

Di seguito le foto più apprezzate dalla sottoscritta in ordine di gradimento. Il primo posto va ad Anna Wintour, che a mio avviso, non avrebbe potuto esprimere se stessa in modo migliore.

 

 

Love

Brunette

 



Lascia un Commento