Cibo, Moda e Innovazione in quel mix di storia, passione, dolce vita ed eleganza che e’ Palermo

Hello all,

Dopo 4 weekend di fila passati in viaggio, finalmente sono riuscita a sedermi “qui con voi”, in questa grigissima giornata di autunno,quando sedersi
davanti al computer a scrivere avendo accanto una bevanda calda e’ praticamente il paradiso.

Hello all,

After spending four weekends in a row traveling, I finally managed to sit down “with you”, in this grey day of autumn, when sitting down
in front of the laptop writing having a hot tea beside,makes me feel like in heaven.

Avevo tanta voglia di raccontarvi dove sono stata, le cose che ho visto, le emozioni che ho provato, l’ispirazione generata dagli incontri fatti. Come sempre ho iniziato a scrivere le mie bozze in aereoporto, in albergo, di notte, sugli autobus o sui treni mentre viaggiavo…

…Quindi finalmente eccomi qui, con un nuovo travel + fashion post per voi, non un paese lontano stavolta,ma una regione italiana, peraltro molto vicina al mio cuore in quanto terra di origine di mio padre: la Sicilia. Una terra affascinante e straordinariamente bella, come tutto il nostro sud del resto.

I counld’t wait to tell you everything about where I went, what I’ve seen, the emotions I felt, as well as the inspiration generated by people I’ve met. As usual, I started writing my blog post drafts at the airport, in the hotel, at night, on buses or trains and finally managed to put all my notes together …

… Sooo, here I am, with a new travel + fashion post for you, which doesn’t talk about a far country this time, but about my country, particularly a region very close to my heart as my father homeland: Sicily. A fascinating and stunningly beautiful area, like all the rest of southern Italy.

I motivi di questo viaggio sono stati molteplici: in primis, ho tenuto uno speech all’interno dell’ Urban Thinker Campus: un’iniziativa promossa dalle nazioni unite che ha come obiettivo quello di sensibilizzare cittadini e istituzioni sul tema delle smart cities, ovvero degli spazi urbani ridisegnati in un’ottica di sviluppo del territorio e del tessuto imprenditoriale, anche attraverso la digitalizzazione di servizi.’

The reasons of this trip were many: first of all, I was invited to have a speech at the Urban Thinker Campus : an initiative promoted by the United Nations which aims to raise citizens and institutions awareness regarding the smart cities topics, particularly about how to redesign urban spaces with the goal of developing the territory and the entrepreneurial scene through the digitization and the improvement of the services offered by the cities themselves.

Ho parlato di digitale, di modelli di citta’ innovative e di quanto sia importante per una startup essere inserita all’interno del giusto ecosistema al fine di avere successo (la presentazione di tutto l’intervento e’ disponibile su slideshare,basta cliccare qui).

Il mondo delle startup e’ un mondo di cui faccio parte da circa due anni e al quale (come molti di voi gia’ sanno) mi sono irreversibilmente appassionata. Ve ne parlero’ presto anche piu’ nel dettaglio.

Perche’? Perche’ si costituisce di persone smart, energiche, creative e con tanta voglia di fare e di mettersi in gioco nonostante le difficolta’ che inevitabilmente si incontrano quando si decide di camminare con le proprie gambe e fare impresa.

Il mio speech ha solo aperto la conversazione, che e’ poi continuata attraverso un panel che ha visto protagonisti: Paola di Rosa (la mia socia sul progetto @Factory, che ha tenuto il panel insieme a me), Fabrizio Micari, Rettore dell’Universita’ di Palermo, Davide Faraone, Sottosegretario al MIUR ed infine Maurizio Carta,professore ordinario di urbanistica e pianificazione territoriale presso l’Universita’ di Palermo.

I spoke about digital transformation applied to innovative smart cities models, highlighting how crucial it is for a startup to grow and ultimately be successful, to be immersed within the right ecosystem (the whole speech powerpoint is available on slideshare, you just have to click here).

I started to be closer and closer to the startup world since the past two years as I’m extremely passionate about it.

Why’? Because it tends to be populated by smart, energetic and extremely creative people,who have a great desire to create things and to make a difference, despite the difficulties that you have to overcome when starting your own business.

My half an hour speech has opened the conversation, which kept going on a panel with major experts, such as: Paola di Rosa (my business partner on the @Factory project, who held the panel with me), Fabrizio Micari, Rector of the University of Palermo, Davide Faraone, a member of the Ministry of Education and finally Maurizio Carta , professor of architecture at University of Palermo.

Gli argomenti chiave affrontati sono stati: generazione e gestione di una community imprenditoriale, investor matching, eco sistema startup supportato da una citta’ che porta con se’ spazi dedicati alla crescita e allo sviluppo dell’innovazione e dell’imprenditorialita’. Ho portato degli esempi come il Google Campus di Londra o il piu’ nuovo WeWork,che sta crescendo molto come realta’ completa sotto tutti gli aspetti necessari per la creazione e lo sviluppo delle idee di business.

Si respira un’aria stimolante all’interno dei co-working (molto diversa dal mondo corporate): c’e’ collaborazione, c’e’ creazione spontanea di sinergie, c’e’ voglia di fare, e questo mi piace molto.

E su questo mood sono andata avanti ragionando sui punti di forza dei poli mondiali dell’innovazione,quali Londra, Tel Aviv e San Francisco, su cosa li rende vincenti, e sulle modalita’ attraverso le quali si potrebbe fare in modo che le citta’italiane, specialmente quelle del sud, possano crescere, evolversi e favorire la creazione di imprese al pari di qualunque altra “cugina” europea.

La proattivita’ della Startup Community di Palermo, mi ha decisamente stupita: tanta creativita’, tanta proattivita’ e tanta voglia di costruire e di credere nel futuro, che devo essere sincera, non mi aspettavo.

Lo scoprire che nonostante la Sicilia sia un territorio estremamente difficile, esistono persone coraggiose e creative e che vogliono “cambiare il mondo” mi ha emozionato. Ho avuto modo di incontrare ragazzi e ragazze che hanno negli occhi la voglia di creare un futuro positivo,produttivo, digitale e moderno.

L’elemento moda tuttavia non poteva mancare, infatti il secondo motivo per il quale ho deciso di atterrare in terra siciliana, e’ stato quello di visitare un atelier molto promettente, gestito da una ragazza che, sempre insieme a Paola, sto supportando nella creazione del business plan e delle strategie di crescita di questo suo nuovo progetto e che mi ha letteralmente conquistata per l’energia e la passione che mette nel suo lavoro.

The key topics discussed were: how to build a functional startup community, how to make sure the investor matching formula works properly, how the startup eco system needs to be supported by dedicated spaces to facilitate the development of innovation and entrepreneurship. I showed some examples like Google Campus London or WeWork , explaining why the co working atmosphere it’s challenging in a positive way (very different from the corporate world) where cooperation,spontaneous creation of synergies, and the desire to be productive and consequently develop both personally and professionally is extremely high.

On this mood I went on talking about the strengths of London, Tel Aviv and San Francisco entrepreneurial scene, on what makes them successful, and on how the same smart models could be applied to Italian cities with high potential, especially those in the southern areas, in order to encourage the creation of successfull businesses like their “European cousins”.

Palermo’s Startup Community was surprisingly proactive as well as the desire to build and believe in a better future, which I have to be honest, I wouldn’t have expected.

I found that,although Sicily can be an extremely difficultl area, there are quite a lot brave and creative people there, who truly want to succeed and make a difference which made me feel excited.

The fashion element but could not missed though :) in fact, my second reason to visit Sicily, was to meet a promising fashion studio, owned by a girl who I’m supporting to create both business plans and growth strategies for her exciting new projects. I was literally conquered by her energy and passion she puts into his work.

Si chiama Morena Raimondo e il nome del suo atelier appena inaugurato e’ More to be More,sito al numero 11 di Via degli Schioppettieri, che se siete di Palermo o anche di passaggio, vi consiglio di visitare.

Her name is Morena Raimondo and the name of her Fashion Studio (just opened) is More to be More, located at 11 Via degli Schioppettieri, which, if you’ll be in Palermo I suggest you visit.

Inutile dire che mi sono innamorata della sua ultima collezione, cosi’ ho colto l’occasione per provare qualche vestitino :)

I have to say: I literally fell in love with her latest collection, so I took the opportunity to try on some of her gorgeous dresses :)

Volete dare un’occhiata anche voi? Allora cliccate qui

Do you want to have a look as well? Just click here then :)

Come sempre, mi trovo a dover dire che la qualita’ dei tessuti e del gusto Made in Italy non ha eguali, soprattutto in ambito sartoriale.

Oltre alla collezione Ready to Wear che avete visto, Morena e’ in grado di realizzare qualunque tipo di abito su misura, compresi gli abiti da sposa.

As usual, I have to hightlight that the quality of fabrics and taste typical of the Made in Italy clothing is unique, especially when we talk about tailoring.

In addition to the Ready to Wear collection which you have seen above, Morena is able to create for her customers any type of custom-made clothes, including wedding dresses.

Guardare le sue creazioni e’ stato affascinante, come anche ascoltare la sua storia di coraggio: dalla carriera presso importanti uffici stile alla creazione di un atelier tutto suo per realizzare il suo sogno: creare abiti su misura progettati, studiati e realizzati in modo unico, seguendo i canoni sartoriali dell’alta moda Made in Italy.

Adesso pero’ e’ ora di passare alle travel tips :)

Watching her creations has been a truly fascinating experience, as well as listening to her story of courage: she gave up her career at leading design offices to create her own studio and pursue her dream: creating tailor made items designed and manufactured in a unique way, following the sartorial principles of high fashion Made in Italy companies.

So..I guess it’s time for the travel tips now :)

Ho alloggiato presso l’ Hotel Europa, un hotel non troppo”fancy” ma che senz’altro puo’ vantare un ottimo rapporto qualita’-prezzo. Il personale e’ estremamente cordiale, la posizione centrale e la stanza pulitissima e luminosa, hanno reso molto piacevole il mio soggiorno.

La sensazione che ho avuto nel visitare Palermo e’ stata quella di tornare indietro nel tempo, di assaporare il piacere delle piccole cose e nell’essere felici di perdere tempo e nel fare tutto con lentezza.

I stayed at the Hotel Europa, a not too “fancy” hotel, but certainly a great quality and value for money one. The extremely friendly and polite staff, together with the very central location and the fact taht the room was very clean and bright, made my stay truly pleasant.

The feeling I had whilst visiting Palermo was to go back in time, enjoying the little things whilst doing everything slowly.

Vivere a Londra ti rende iperattivo e ti fa correre a velocita’ elevatissime, che e’ super stimolante, ma ogni tanto e’ bello fermarsi e ricaricare le “pile”, per poter ripartire con ancor piu’ forza ed energia.

Un lungo viale che costeggia il mare,le montagne che si intravedono a ridosso dello stesso, 25 gradi ad ottobre, antichi edifici dalle sfumature di rosso si mescolano con il bianco di altri recentemente ristrutturati, imponenti chiese si erigono circondate da vicoli stretti e suggestivi, dove carrelli di frutta fresca e panni stesi, riempiono di colore il tutto. Questa e’ Palermo per me.

Living in London makes you be hyperactive and constantly run up to speed, which is positevely challenging, but every now and  nice to stop and recharge “batteries”, to be able to start again with even more’ strength and energy.

A long street runs along the sea, with the mountains that can be seen behind it, 25 degrees in October, old buildings with red shades mixed with recently renovated white ones, impressive churches are erected surrounded by narrow and picturesque streets, where fresh fruit trucks and laundry left drying outside the windows make the whole scenery even more colorful. This is Palermo in a nutshell for me.

…Mi sono incantata ad osservare il tramonto rosa di Piazza Politeama.

... I got enchanted while watch the “rosey” sunset from Piazza Politeama.

..come anche a guardare la citta’ dall’alto sorseggiando un caffe’ al bar sito all’ ultimo piano de La Rinascente.

..and also enjoy watching the city from the very top from at the La Rinascente rooftop bar.



Infine, “lato food”, ecco i miei suggerimenti:

1. Per una colazione deliziosa e tutta bio: Bioesserì by Naturasi’ di Via Giuseppe la Farina, 4.

Lastly, food wise, here they are my tips :

1. For a delicious 100% organic breakfast: Bioesserì by Naturasi ‘Via Giuseppe Farina, 4.

2. Per quanto riguarda cannoli,brioche e un caffe’ da 10 e lode, a pochi passi dalla settecentesca piazza Kalsa,vi consiglio il Bar Rosanero: il bar pasticceria piu’ antico di Palermo.

3. Se volete optare per una cena a base di pizza e bruschetta, i Comparucci di Via Messina faranno al caso vostro. L’impasto e’ estremamente leggero e la pizza e’ sottile,morbida e gustosa, arricchita da ingredienti di qualità.

2.If you want to go for the typical “cannoli” , a croissant and an amazing expresso, just a few steps from the eighteenth century square called Kalsa, I recommend the Bar Rosanero : the oldest Palermo pastry bar.

3. If you feel like having pizza and bruschetta, Comparucci Restaurant in Via Messina should be your restaurant of choice. Pizza here is thin and light, soft and tasty, enriched by high quality ingredients.

4. Se invece preferite gustarvi le specialita’ siciliane come la pasta con le sarde, il pesce panato alla brace, la bottarga affettata e i ravioli al ripieno di cernia, la trattoria Biondo e’ quello che fa al caso vostro.

4. If you instead prefer to taste the Sicilian cuisine specialties like pasta with sardines, grilled breaded fish, sliced bottarga and ravioli filled with grouper, the Trattoria Biondo would be the one for you.

5. …Last but not least il Bar Rosanero di Via Lincoln (diverso dal precendente che ho citato, che invece si trova in Via Villafranca) per non perdervi il meglio della cucina tradizionale siciliana, cioe’ un delizioso arancino!

5. Last but not least … the Bar Rosanero located in Via Lincoln (different from the previous one mentioned, which instead is located in Via Villafranca) doenst have to be missed for the best piece of typical Sicilian cuisine called “arancino”.

Insomma, spero di avervi fatto venire voglia di visitare Palermo per vivere anche Voi questa piacevole atmosfera “di altri tempi”. Come sempre ho creato un album con tutte le foto, qualora voleste dare un’occhiata (questo il link: http://on.fb.me/20iIndL)

A presto e buona settimana!

Bisou

Brunette

PS: Colgo l’occasione per ringraziare i nostri media partner Ninja Marketing e Startup Italia che mi hanno aiutata a diffondere “velocissimamente” la notizia del nostro workshop presso l’Urban Thinker Campus.

So, we got to the end of my post today.I hope I have been able to make you feel like buying a ticket now and fly off to enjoy the best of Palermo and leaving its lovely atmosphere “from the past”. As usual, I created an album containing all the pictures, so as if you are keen to take a look just follow this link: http://on.fb.me/20iIndL

Speak soon and enjoy your week!

Kisses

Brunette

PS: a special thanks goes to  Startup Italia and Ninja Marketing who have been so efficient and helped us to spread the word about our workshop so quickly!



3 risposte a “Cibo, Moda e Innovazione in quel mix di storia, passione, dolce vita ed eleganza che e’ Palermo”

  1. Silvia scrive:

    Bellissime foto e tu sempre al top! Grazie come sempre!! Baci!

  2. SABINO scrive:

    bellissime foto veramente da cartolina di paesaggi da sogno e vacanze grazie eleonora di avermi fatto sognare e anche ovviamente per i tuoi sorrisi abbaglianti sei straordinaria quando vado anche io in lucania ti manderò i miei paesaggi kiss buona serata da sabino

  3. Eleonora Rocca scrive:

    Grazie mille Sabino! Attendo le tue foto!

Lascia un Commento